Torta di mele

torta-di-mele-da-tavolo-per-2

E come sempre, la nostra amica Titti ci sorprende con le sue bonta’…
Per Tavolo per 2 oggi ha preparato una fantastica Torta di mele.

Ingredienti
200 g di zucchero
125 g di burro morbido (mezza Vallè)
4 uova
300 g di farina
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito Pane degli Angeli
2 mele
Frutta secca a piacere ( nocciole,pinoli,noci,uvetta)
Zest di limone e arancia
Cannella
Succo di mezzo limone

Procedimento:
Affettate le mele prive di buccia e mettetele in un recipiente a macerare con il succo di mezzo limone, bucce di arancia e limone, cannella (una manciata a seconda dei gusti),frutta secca a piacere.
Preparate l’impasto. Amalgamare zucchero e burro fino a rendere il composto cremoso e soffice e aggiungete le uova una alla volta. A seguire la farina setacciata. Sciogliere il lievito nel latte e versare a filo nel composto. Amalgamate il tutto delicatamente. Imburrate una tortiera di circa 25 cm di diametro e versate all’interno il composto. Disponete le mele sull’impasto formando una corona e spingete delicatamente le mele all’interno dell’impasto. Versate sopra il composto (frutta secca, cannella, zest).
(Io ho evitato di versare il liquido del limone per non rendere acre le mele)
Infornate a 120° per circa 1 oretta .Regolate la cottura all’interno verificando con uno stuzzicadenti.
Spolverate con zucchero a velo.

Annunci

ORATA AL CARTOCCIO CON PATATE

orata-al-cartoccio-con-patate-by-tavolo-per-2

E col mal di stomaco che ogni tanta passa a salutarmi ,
oggi preferisco mantenermi leggera e accetto il consiglio of my friends Titty: orata al cartoccio con patate, leggermente macchiata.

Ingredienti:
1 orata (a persona)
1 patata
qualche pomodorino
sale
olio
aglio
salvia

Preparazione:
Pulire e squamare l’orata.
Incidere il dorso del pesce da entrambi i lati, salare e inserire le foglie di salvia all’interno del dorso.
Su un foglio di carta argentata disporre fette sottilissime di patata, salare e pepare.
Tagliare a metà i pomodorini e aggiungere nel cartoccio insieme alll’orata. Un filo di olio, aglio, sale all’interno del pesce.
Ricoprire con le patate (attenzione sempre tagliate molto sottili) e chiudere il cartoccio.
Cuoce al forno per una ventina di minuti (dipende un pò dalla grandezza).

Accompagno con un’insalatina fresca condita con olio e aceto.

Liquore al finocchietto

Settembre 2013- pisquina e barbecue 054

Ricordi di fine estate…
Una bella giornata di fine agosto,  Agerola, Sentiero degli dei…
Prima tappa obbligatoria, caseificio. Qui in zona ce ne sono diversi e hanno tutti della mozzarella buona per preparare la nostra marenna: pane integrale tipico del posto, fiordilatte e pancetta…the best!
Nel nostro zainetto: acqua in abbondanza, un paio di forbici e delle buste di carta tipo quelle del pane.
Immancabile la macchina fotografica pronta, perchè il panorama è di quelli che ti mozzano il fiato…
Inizia cosi, la nostra esperienza col finocchietto.

La raccolta
Ai primi terrazzamenti, dopo circa un 20′ di cammino, ci fermiamo ed annusiamo…ecco quello selvatico!
Prendiamo i ciuffi di finocchietto delle piante con ancora semi chiusi, facendo ben attenzione agli insetti vari che spesso ci si ripongono.
Il periodo consigliato e’ sempre fine estate, fine agosto, inizio settembre (e qui dipende molto dalle temperature estive! )
Cercando pero’ di  non andare troppo presto e non certamente dopo San Gennaro.

finocchietto_raccolta

La ricetta, parte I
Ci serviranno innanzitutto, alcool puro per uso alimentare e dei grandi contenitori a chiusura ermetica, in vetro.
Sciacquiamo subito i nostri ciuffetti non con l’acqua bensì  in un recipiente con l’alcool.
In un recipiente a parte, mettiamoli  in infusione, considerando circa un litro di alcol per 30 ciuffi.
Chiudiamo bene il contenitore e riponiamolo al buio, dove resterà in infusione per circa 45 gg, avendo cura di rigirarlo ogni giorno ( basterà  semplicemente scuotere il contenitore).

finocchietto-ricetta

La ricetta, parte II
finocchietto

Passati i 45 gg , ci procureremo dei filtri di carta.
Apriremo i contenitori messi a riposare, elimineremo i ciuffi di finocchietto che avranno scaricato tutto il loro profumo e colore, e filtreremo il liquido verde dai riflessi dorati.
Uno spettacolo per occhi e narici!
Una volta filtrato il tutto,  a parte mettiamo sul fuoco una pentola con acqua zucchero.
Lasciamo sciogliere lo zucchero a fiamma molto dolce mescolando continuamente.
L’acqua non dovrà mai bollire.
Una volta sciolto lo zucchero, lasciamo raffreddare e aggiungiamo l’alcool al finocchietto!
Mescoliamo bene ed ora non ci resta che riempire le nostre bottiglie, che restano a riposare ancora per un paio di settimane.
Dopodiche’, rigorosamente in frizer, sempre pronto per essere servito.
Il nostro sara’ pronto  per Natale!
🙂

Pasta ai frutti di mare

prezzemolo_tavoloper2

Sciacquate i frutti di mare con abbondante acqua corrente, lasciateli scolare e asciugateli avvolgendoli in un panno da cucina in cotone.
Intanto, in un padella con abbondante olio extra vergine d’oliva, fate soffriggere aglio, peperoncino e se preferite qualche pomodoro pachino un po’ piu’ maturo, tagliato in due.
Pronto l’olio, aggiungete  i frutti di mare, una spruzzatina di limone e vino bianco, meta’ del prezzemolo precedentemente tritato e se preferite i sapori un po’ piu’ forti, un pizzico, ma davvero un pizzico di sale!
Lasciate per un paio di minuti scoperti, dopo di che tapparli con coperchio.
Il sugo sara’ pronto quando i frutti di mare saranno aperti.
Spegnete e lasciate coperto.

DCF 1.0

Intanto o dopo, mettete sul fuoco l’acqua della pasta. Salate e portate ad ebollizione.
E a questo punto, per me le scelte sono 2: spaghetti o scialatielli freschi!
Mi raccomando di mantenersi su una cottura al dente, anzi, preferibilmente, calate la pasta qualche minuto prima, cosi da ultimare la cottura in padella.
Come?
Innanzitutto, dalla padella togliete meta’ frutti di mare e riponeteli in una zuppiera coperta (da cui andremo attingere dopo!)
Quando la pasta vi sembrera’ quasi cotta, avviate il sugo su una fiamma bassa.
Aggiungete la pasta scolata, velocemente alzate la fiamma, girate pasta e condimento e spegnete!
Questo e’ un piatto che va assolutamente servito caldo.
Impiattate quindi, distribuite gli altri frutti di mare sui piatti e aggiungete un’altra spruzzatina di prezzemolo fresco.
Servite accompagnadolo magari con un bel bianco Greco di tufo!
(che fameeee!)

spaghetti_tavoloper2

Ingredienti:
Frutti di mare (per me sono vongole, lupini e taratufi)
Aglio
Olio Extra vergine d’oliva
Peperoncino
Limone
Vino bianco
Pomodori pachino maturi
Pasta

Salsiccia e fagioli

In una padella antiaderente, soffriggere leggermente aglio e cipolla in un po’ di olio (forse l’extra vergine in questo caso appesantirebbe un po’ troppo, meglio un olio leggero)
Aggiungere la salsiccia tagliata a pezzi al soffritto
Sfumare con vino rosso.
Aggiungere i fagioli borlotti (o se preferito quelli messicani!) e il sugo di pomodoro e mescolare col cucchiaio di legno.
Sale, rosmarino e peperoncino.

Che ne dite se ci facciamo male male, aggiungendo al piatto dei crostini di pane fritto?
Deliziosi…

salsiccia_fagioli_ricetta_tavolo_per_2

Ingredienti:
Cipolla
Spicchi di aglio
Olio
Vino rosso
Passata di pomodoro
Salsiccia
Sale
Fagioli borlotti
Peperoncino