Gelato si, gelato no? E se si, quando mangiarlo?

dieta-del-gelato-i-consigli-del-personal-trainer-napoli-tavoloper2-blog-cucina
Domanda da un milione di dollari!

Diciamo innanzitutto che il gelato e’ da considerarsi un alimento a tutti gli effetti: proteine date da latte ed uova; carboidrati dati dagli zuccheri aggiunti e dalla frutta fresca; grassi per la panna e la frutta secca ove presente. E ovviamente a seconda dei gusti che sceglieremo, la percentuale dei macronutrienti variera’ e sara’ dunque più o meno calorico, più o meno pericoloso per il nostro giro vita!
Cosi come per tutto quello che scegliamo di mangiare la regola numero UNO quando vogliamo concederci un gelato è e deve essere la QUALITA’ assoluta delle materie prime.
Diciamo NO quindi ai grassi idrogenati, coloranti, stabilizzanti, aromi e preparati vari che sono i principali ingredienti di tantissimi gelati confezionati e purtroppo, di altrettanti prodotti venduti in gelaterie erroneamente definite artigianali.
Per fortuna negli ultimi anni la tendenza sembra cambiata e ormai sempre piu’ i maestri gelatai stanno dimostrando che si può continuare a fare il gelato come una volta, con materie prime di eccellenza, frutta di stagione e ricorrendo al massimo, ai soli addensanti naturali per la buona riuscita del prodotto finale. Ma torniamo alle tanto discusse calorie.
Inutile dire che i gusti a frutta oltre ad essere senza latte e quindi più facilmente digeribili sono molto meno calorici. Siamo intorno alle 130 cal. per 100gr. , ancora più basse per i sorbetti, mentre si sale sulle 250 – 320 cal.  per i gusti a crema e con aggiunta di panna. Questi i numeri.
Come ci regoliamo quindi e quando è bene mangiarlo?
Un gelato gusto frutta può chiudere un pasto non eccessivamente calorico, anche s’è difficile non cedere ai gusti a crema, rigorosamente da consumare in coppetta e non in cono.
Un gelato invece ai gusti crema con concessione di un cono, ma di piccole dimensione, può essere una tantum un sostituto di un pasto soprattutto nel periodo estivo, oppure anche di una colazione o spuntino facendo però attenzione a bilanciare i restanti pasti dell’intera giornata.
Come tutto ciò che riguarda l’alimentazione è buona norma non eccedere. Non possiamo pensare di fare colazione tutti i giorni con una briosche alla granita, anche se siamo in Sicilia, e non ritrovarci poi con i rotolini sulla pancia e con un costante senso di torpore per i troppi zuccheri assunti.
Concediamoci quindi un gelato di ottima qualità e pensiamo a come limitare i danni!

Annunci

Il gelato artigianale secondo Mennella

tavolo per 2 alla gelateria mennella torre del greco
Ispirato alle grandi tradizioni di gelato artigianale e lontano dalle tendenze di gusti alieni e strambi, nasce il gelato firmato Mennella, un fiore all’occhiello per l’omonima pasticceria che da oltre 50 anni opera e delizia l’hinterland napoletano con dolci e prodotti da forno di alta qualità.
Davvero una bella scoperta per noi di Tavolo per 2, che grazie all’ospitalità riservataci dai padroni di casa, abbiamo avuto modo di osservare da vicino nelle sue fasi di produzioni e naturalmente di vendita.
Qui il gusto parte dalla selezione dell’eccellenze locali e l’acquisto stagionale delle materie prime, lavorate e conservate poi in laboratorio.
Ed è proprio nei laboratori corallini che ci ritroviamo per caso durante la lavorazione delle nocciole di Giffoni che, in seguito alla pelatura e alla tostature, senza l’aggiunta di preparati ne semilavorati, daranno il via al gelato alla nocciola. O meglio, ad una base artigianale con l’aggiunta di latte fresco intero, zucchero e panna , pastorizzata e lavorata senza l’aggiunta di aromi artificiali ne grassi vegetali, presenti nella maggior parte dei gelati in commercio e “responsabili” delle montagne apparentemente invitanti, e dello stesso gelato caldo, ossimoro enogastronomico dal gusto discutibile, dove è inevitabile l’utilizzo di grassi idrogenati che mantengono temperature decisamente più alte.

tavolo per 2 alla gelateria mennella torre del greco 02

La visita si fa sempre più interessante e delucidante, quanto poca consapevolezza c’è in giro rispetto a ciò che mangiamo? Sempre e cmq troppa a nostro avviso. ma proseguiamo.
Dai laboratori alle dispense, passiamo alla gelateria in Via Vittorio Veneto a Torre del Greco, dove dal piccolo laboratorio a vista il gelato viene mantecato e servito. E come diceva sempre un vecchio locandiere simpatico e un po’ paesanotto: diamo il via alle danze!
Cucchiaini di creme e coppette di frutta accompagnano le nostre espressioni goduriose, la panna finalmente sa di panna, o meglio di latte che senza additivi conserva il suo sapore.

tavolo per 2 alla gelateria mennella torre del greco 04

Il clima è allegro, la gelateria ha da poco aperto e già decine di famiglie e bambini si susseguono.
E’ sabato e già si assapora il piacevole clima di primavera che ci riporta nelle strade tra una commissione e una dolce pausa. Ancora due chiacchiere, qualche foto e la nostra visita si conclude al meglio, il meglio che ha il sapore di mela annurca e la freschezza di un sorbetto.

tavolo per 2 alla gelateria mennella torre del greco 03

Che dire? Ai fratelli Giuseppe, Roberto e Vincenzo e all’amabilissimo Signor Antonio Mennella, diciamo grazie, grazie per il tempo dedicato, per il gusto regalato e per la qualità secondo noi dovuta.
Grazie e a presto.

logo gelateria mennella torre del greco by tavolo per 2

Via Vittorio Veneto, 24
Torre del Greco, Napoli

Via Carducci, 45
Napoli

Viale Leonardo da Vinci, 20/22
Portici, Napoli

Prossima apertura Napoli
(pressi Piazza Vanvitelli)

ph di Lina Sorrentino, associazione Wesuvio