Parmigiana di melanzane a fette

melanzane-tavolo-per-2

Sono tante le varianti di questo fantastico piatto, cosi come diverse sono le regioni che se la contendono.
Anche a Napoli esistono diversi modi di prepararla, che variano da paese a paese..come dire, paese che vai parmigiana che trovi!
Piatto tipico dei grandi pranzi domenicali,  a casa mia ricordo una versione strepitosa della parmigiana di melanzane a fette, che pensavo di condividere con voi oggi.

Ingredienti
Tempo e calorie impavide
Melanzane
Uova
Mozzarella
Passata di pomodori
Parmigiano
Basilico
Aglio
Olio
Pepe
Sale
fino e sale grosso

Il sugo…
ragu-napoletano

In una pentola, facciamo soffriggere leggermente dell’aglio in olio d’oliva. Aggiungiamo la passata di pomodori, una foglia di basilico, saliamo e copriamo.
Lasciamo cuocere a fiamma lenta per un paio d’ore, avendo cura di girare di tanto in tanto e se riteniamo opportuno, allungare con  un po’ d’ acqua per evitare che si attacchi.


Laviamo le melanzane e facciamo la prima frittura…

parmigiana-di-melanzane-impanate-e-fritte

Spuntiamo le melanzane, laviamo e tagliamo secondo la lunghezza, fette di circa mezzo centimetro.
Disponiamo le fette su di una base, puo’ andare bene un contenitore che le contenga tutte, uno scolapasta o come faceva la mia nonna, su di un panno da cucina. Cospargiamo di sale grosso, cosicche’ perdano tutto l’amaro, e lasciamo riposare per una mezzoretta. Risciacquiamo con abbondante acqua corrente e asciughiamo bene.
In una padella, facciamo riscaldare dell’olio e friggiamo le fette. Una volta cotte, riponiamole in un piatto su carta assorbente.


Impaniamo e friggiamo ancora…

parmigiana-di-melanzane-impanate-e-fritte-tavoloper2

Nel mentre le melanzane si raffreddano un pochino e la carta assorbe un po’ d’olio, sbattiamo le uova con un pizzico di pepe, sale e un po’ di parmigiano.
Tagliamo della mozzarella a strisce lunghe circa un paio di centimentri e alte scarso uno (vi consiglio di comprare la mozzarella il giorno prima e lasciarla “asciugare” in frigo prima di utilizzarla per la parmigiana). Cospargiamo della farina in un piatto.
Sovrapponiamo due fettecon al centro una fettina di mozzarella, impaniamole nella farina, e passiamole nell’uovo.
Mantenendo il sandwich di melenzane tra le mani, lasciamo cadere l’uovo in eccesso e friggiamo in padella.
Man mano che friggiamo, alziamo le melanzane cotte e riponiamole in un piatto con della carta assorbente, cosi da rimendiare i danni di questa bonta’.

La nostra parmigiana a fette…
parmigiana-di-melanzane-impanate-e-fritte-tavolo per2
Senza far raffreddare troppo le melanzane, prendiamo un ruoto, scopargiamo la base con un di sugo, e comianciamo a disporre la prima di fila di melanzane, riposte l’una accanto all’altro.
Ricopriamo il primo strato con un altro po’ di sugo (senza esagerare), una grattata di parmigliano, un po’ di basilico tagliato grossolanamente con le mani e via con il secondo strato.
Ancora del sugo, parmigiano, ancora un po’ di basilico e mettiamo in forno preriscaldato a 150 gradi per circa 5 minuti.

Et voila’
Servire le fette calde o come piacciano a me, un po’ riposate.
Ottima il giorno dopo, rigorosamente nel pane 🙂

 

Polpette di melanzane

Falafel, Baingan Bharta, Eggplant Dip

Avrei proprio voglia di…Un pizzella fritta di mulignana!!
Altra ricetta napoletana dai mille metodi e procedimenti, ecco come le si fa a casa.
Lessiamo in abbondante acqua salata, le melanzane (tenere e fresche) spuntate e senza sbucciarle.
Quando vedremo che saranno diventate morbide (dopo una ventina di minuti ) scoliamole e lasciamo che perdano l’acqua.
Possiamo  strizzarle delicatamente in un panno o meglio ancora, possiamo lasciarle per un po’ con un peso sopra.
Tagliamole a metà, togliamo i semi in eccesso, tagliamole a tocchetti  e prepariamo l’impasto delle polpette!
Aggiungiamo alle melanzane, della mollica di pane ammollata e strizzata, molto basilico, aglio tritato (privo d’anima), sale, pepe, un uovo, un cucchiaio di olio e po’ di pecorino romano grattugiato.
Impastiamo e lasciamo riposare per un po’, coprendo il tutto con della pellicola.
Prendiamone un pugno, diamogli una forma sferica leggermente schiacciata, passiamole nel pan grattato e…
friggiamo!!!

Ingredienti
Melanzane
Mollica di pane
Basilico
Aglio
Sale
Pepe
Uovo
Olio
Pecorino romano
Pan grattato

Rotolo di tacchino al forno

rosmarino_per_rotolo_di_tacchino_al_forno
Ricetta della mamma.
Di quelle semplici che ti salvano in ogni occasione, dal sapore unico che solo la mamma sa dare!
Prendete una sovracoscia di tacchino e fatevela disossare dal macellaio. Conservatene l’osso che metteremo a  bollire a parte con della semplice acqua e un pizzico di sale, per almeno un’ora, un’ora e mezza.
Massaggiate la carne sia fuori che dentro con uno spicchio d’aglio, salate l’interno, aggiungetevi del rosmarino e chiudetela ben stretta con dello spago da cucina. Nel frattempo avrete preriscaldato il forno a 200°.
Mettete il rotolo in una teglia con dell’olio, fatelo rosolare da tutti i lati e continuate la cottura per altri 45’/50′ abbassando leggermente la temperatura del forno a 180°.
Per evitare che si asciugni troppo, bagnate con un pò di brodo filtrato, che avrete ottenuto con il bollito.
Una volta cotta la carne, lasciatela riposare fuori dal forno, eliminate lo spago ed tagliate delle fette che bagnerete col sughetto lasciato dalla carne.

sovracosce_di_tacchino_al_forno_tavoloper2

Ingredienti
Sovracoscia di tacchino dissosata
Osso della sovracoscia
Aglio
Rosmarino
Olio d’oliva

Il mio consiglio è quello di non consumarlo tutto quello splendido sughetto, il giorno dopo rigirateci dei bucatini con l’aggiunta di un pò di pecorino!!!
AH la mamma….

Polpette fritte con uvetta e pinoli

polpette_fritte_tavoloper2

Tra i tanti ricordi enogastronomici legati alla mia infanzia, oggi rispolvero quello delle polpette!
Sara’ l’odore che ho sentito scendendo le scale, sara’ perche’ piu’ mi dicono di mettermi a dieta piu’ mi viene voglia di piatti fritti…insomma, la mia ricetta di oggi e’ questa!

Ingredienti:
Carne di bovino macinata
Mollica di pane raffermo
Uova
Latte
Parmigiano grattugiato
Sale
Uvetta
Pinoli
Olio di semi

In una scodella mettiamo la carne macinata e con le mani, ricreiamo al centro un po’ di spazio dove metterci:
– la mollica di pane raffermo (circa 1/5 rispetto alla carne utilizzata) tagliata a pezzi molto piccoli e  leggermente (leggermente!) bagnata nel latte;
– le uova (1 per ogni 250 gr di carne);
– il parmigliano grattugiato;
– un pizzico di sale
Impastiamo e facciamo attenzione affinche’ tutto sia ben amalgamato.
Copriamo con della pellicola l’impasto e riponiamo in frigo, lasciando  riposare per almeno un quarto d’ora.
Passato il tempo necessario, prendiamo un pugno d’impasto, mettiamoci qualche chicco di uvetta passa, un po’ di pinoli e con le mani prepariamo le nostre polpette leggermente schiacciate.
Friggiamo in una padella a fiamma bassa e in olio di semi (q.b.) ben caldo, finche’ le polpette non saranno dorate.
Mangiamone qualcuna appena alzata dall’olio….e per il resto riponiamo su carta assorbente  e serviamo ancora calde
🙂

Varianti
Al posto dell’uvetta e dei pinoli, e’ possibile aggiungere tocchetti di provola.
Oppure aglio, pepe e prezzemolo tritato al momento dell’impasto, evitando di bagnare la mollica nel latte ma magari con un poco poco d’acqua, oppure tritandola.

Insalata di pollo all’aceto di vino e menta

insalata_di_pollo_e_menta

Semplice, buona e pure light 🙂
Arrostite le fettine petto di pollo, non troppo sottili, su di una piastra ben riscaldata cosi da evitare che la carne si attacchi.
Lasciatele raffreddare, dopodiche’ tagliate le fettine a pezzi e riponetele in una scodella, a cui di aggiungeremo foglioline di menta tagliate grossolanamente, aglio sminuzzato, aceto (bianco o rosso, come preferite), un filo di olio extra vergine d’oliva, sale.
Giriamo il tutto e lasciamo riposare ancora un po’, cosi da far insaporire nell’insieme l’ insalata.
Piatto freddo, ideale in tutte le stagioni, sia come piatto unico che come antipasto.

Ingredienti
Petto di pollo
Menta
Aglio
Aceto di vino
Olio extra vergine di oliva
Sale

Wiener Schnitzel

wiener schnitzel tavoloper2

Battiamo le fette di vitello (o di maiale) ed insaporiamole con il sale.
A parte, sbattiamo le uova a cui, nella versione di Tavolo per 2 se lo vorrete, aggiungeremo un pizzico di pepe, un po’ di parmigiano!
Impaniamo le fette di carne nella farina, e dopo averle scrollate ben bene, immergiamole prima nell’uovo sbattuto, poi nel pan grattato.
Prepariamo intanto una padella in cui friggeremo le Schnitzel, con abbondante olio e/o strutto.
Facciamolo riscaldare bene, dopodiche’ immergiamo le fette avendo cura, nel momento cui andremo a girarle per controllare la cottura, di non infilzare mai la carne!
Una volta cotte, prima di servirla, asciughiamo la carne su di un piatto con carta assorbente.

Oltre ai numerosi Cafe’ che la propongono, servita sempre con insalata di patate e fettina di limone, a Vienna il posto piu’ famoso in cui provarla e’ il  Figlmüller (e Figlmüller Bäckerstraße)  entrambi i locali nel Ring nei pressi di Stephansplatz.

Figlmuller

Ingredienti:
Vitello o Maiale filetto di carre’
Uova
Farina
Pan grattato
Olio e/o strutto
Sale

Filetto di coniglio ai carciofi

coniglio_tavoloper2

Ingredienti per 4 persone
· 4 carciofi
· 200 g di Chef Leggera Carciofi
· 2 filetti di coniglio
· 30 g di gherigli di noce
· 1 bicchierino di cognac
· succo di limone
· olio d’oliva extravergine
· sale e pepe

Rosolate in una padella con 2 cucchiai d’olio i filetti di coniglio tagliati a fette spesse, salate e pepate. Pulite i carciofi togliendo le foglie più dure, il fieno centrale, le punte e lessateli in acqua salata con un po’ di succo di limone. Scolate i carciofi dall’acqua di cottura e appena freddi apriteli leggermente. In ognuno di essi mettete una fetta di filetto, e disponeteli in una teglia oliata. Preparate ora la salsa mescolando la Chef Leggera ai Carciofi con il cognac, aggiungete i gherigli di noce precedentemente sminuzzati, il sale e il pepe. Coprite ora i carciofi con la salsa e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti. Servite.

Ricetta/contributo  Chef Parmalat

Salmone al cartoccio

ricetta_salmone_al_cartoccio_di_tavoloper2

Prendete un bel trancio di salmone  ed adagiatelo in un foglio di carta forno. Aggiungete del sale rosa dell’Himalya (io ormai uso solo quello come sale da cucina) dei semi di finocchietto ed un pò di barba di finocchio fresco, i ciuffetti più verdi e teneri.

sale_rosa_himalaya

Tagliuzzate un pò di cipollina fresca, non deve essere molto aggressivo come sapore, una macinata di pepe fresco (fate vobis, sulle diverse tipologie di pepe sono all’oscuro per il momento) ed un goccetto di vino bianco o un filo d’acqua giusto per non farlo seccare. Richiudete il saccoccio ed riponete in forno già caldo a circa 200°. Cuocete per circa 15 minuti avendo cura d’abbassare la temperatura dopo poco. Poi sono onesta io col forno che uso praticamente sempre sono molto a sensazione. Sento l’odore e vedo lo stato dei cibi e mi rendo conto della cottura. E poi come si dice…ogni forno è diverso!

Vicino cosa potete aggiungere? Un pò di riso basmati o riso rosso o perchè no, nero, semplicemente bolliti ed una bella insalata di finocchi che riprende la spezia usata per il salmone. Qui potete usare l’olio come condimento.

Ovviamente con lo stesso metodo potete insaporire il salmone con altre spezie o erbe ed ancora anzicchè cuocerlo nel cartoccio viene benissimo anche in una pirottina da forno…l’importante è non aggiungere olio! Il salmone è un pesce molto grasso e rilascia abbondantemente il suo grasso durante la cottura per questo resta molto morbido e saporito anche senza olio!

Buon appetito…con salute e qualità 😀

Christmas second course: salmone in crosta

christmas_dinner_salmone

Sbucciate le patate ed affettatele, spessore 5 mm
Sbollentatele in acqua salata e fate attenzione “ devono essere cotte, ma non troppo”
Sfilettate il salmone servendovi di una lama affilata e qualche manuale di “istruzioni per l’uso” ^_^
Io l’ho fatto per la prima volta da sola, ad occhio come dico in genere, ed ho ottenuto, non so come, 2 filetti privi di lische, perfetti.
Teglia antiaderente, patate alla base, sale , pepe un goccio d’olio. Adagiateci sopra il pesce e ricoprite con le patate.
Ancora sale e pepe, un aglio diviso in più pezzetti, il trito di tutte le erbe aromatiche e per finire un filo d’olio.
Forno (non chiedetemi i gradi perché uso quello a gas) per una mezz’ora.
Et voila’…come sempre, svampita e saporita!

Ingredienti:
2 patate
1 fetta di salmone fresco
aglio
1 mazzetto di erbe aromatiche ( rosmarino, salvia, timo, prezzemolo)
Sale e pepe q.b.
Olio extra vergine d’oliva

Salsiccia e fagioli

In una padella antiaderente, soffriggere leggermente aglio e cipolla in un po’ di olio (forse l’extra vergine in questo caso appesantirebbe un po’ troppo, meglio un olio leggero)
Aggiungere la salsiccia tagliata a pezzi al soffritto
Sfumare con vino rosso.
Aggiungere i fagioli borlotti (o se preferito quelli messicani!) e il sugo di pomodoro e mescolare col cucchiaio di legno.
Sale, rosmarino e peperoncino.

Che ne dite se ci facciamo male male, aggiungendo al piatto dei crostini di pane fritto?
Deliziosi…

salsiccia_fagioli_ricetta_tavolo_per_2

Ingredienti:
Cipolla
Spicchi di aglio
Olio
Vino rosso
Passata di pomodoro
Salsiccia
Sale
Fagioli borlotti
Peperoncino