Ciliegie, meglio di un lifting?

tavoloper2-frutta-spesa-al-mercato-con-personal-trainer
I colori ne fanno ormai da padrone sui banchi dei mercati e chi fin’ora ha mangiato poca frutta, perchè quella invernale proprio non va giu’,
adesso niente scuse!
Finalmente possiamo sbizzarrirci, tra varieta’, colori e sapori esplosivi.
Oggi per voi al mercato: ciliege,nespole e fagiolini come verdura.

Le ciliegie, una tira l’altra!
E questi ci si sa 🙂 Ma da cosa sono composte?
Per l’80% circa da acqua, poi troviamo zuccheri, proteine (piccola percentuale), vitamine A e C, potassio, fosforo, calcio, ferro, sodio e magnesio.
Per le calorie, ogni 100 grammi di polpa ne calcoliamo circa 63.
Le ciliegie possono essere consumate nell’ambito di diete ipocaloriche e nel regime alimentare dei diabetici grazie all’elevato indice di sazietà ed al levulosio, uno zucchero che non ha controindicazioni per i diabetici.
Hanno un buon contenuto di flavonoidi, sostanze molto utili nella lotta ai “pericolosi” radicali liberi, sono un toccasana per la salute cardiovascolare in quanto aiutano a controllare i livelli di colesterolo, e stimolando la produzione di collagene, rallentano l’invecchiamento delle cellule del nostro organismo.
Le ciliegie hanno inoltre, forti proprietà lassative, per questo motivo non ne è consigliato l’uso nei bambini di età inferiore ai tre anni perché potrebbero provocare loro diarrea.

Le nespole, invece, sono composte per l’ 85,3 % da acqua, tracce di proteine e lipidi, carboidrati 6,1%, fibra 2,1 %, zuccheri solubili 6,1 %.
Tra i minerali sono presenti il sodio, il potassio, il ferro, il calcio ed il fosforo; più Vit B1 , B2 , B3 , Vitamina C e Vitamina A .
100 gr. di questo frutto apportano appena 28 calorie.
Pur avendo proprietà astringenti dovute all’abbondanza di tannini, non danno luogo a stitichezza prolungata ma sono dei naturali regolatori dell’intestino; in caso di diarrea le proprietà delle nespole non del tutto mature possono aiutare a risolvere il problema. Quando invece maturano hanno proprietà lassative, oltre che diuretiche. Aiutano a far regredire le infiammazioni emorroidali.
Ottime per gli sportivi in quanto aiutano a recuperare i sali minerali persi durante un’attività sportiva particolarmente intensa.
Le nespole sono ricche di acido formico, una fibra alimentare che rende questo frutto altamente saziante e dunque molto utile in caso di diete dimagranti.
Un’idea per uno spuntino è quella di mangiare 2-3 nespole e far seguire un paio di bicchieri d’acqua così da sfruttarne l’effetto saziante.
In ultimo,  risultano avere blande proprietà antipiretiche,utile assumerle quindi in caso di lieve febbre.

I fagiolini pur essendo dei legumi vengono consumati per intero (baccello e semi) e hanno caratteristiche nutrizionali completamente differenti.
Contengono infatti un minor quantitativo di proteine ed un’elevatissima quantità di acqua circa 90% .
Sono ricchi di fibre (2,9 g %), sali minerali (potassio in particolare) e vitamina A; discreto il contenuto di vitamina C.
I glucidi ne costituiscono una minima parte: 100 grammi di fagiolini apportano solamente 2,4 grammi di carboidrati.
La scarsità in carboidrati, associata alle poche proteine (2,1 g %), rende i fagiolini un alimento ipocalorico: solo 18 Kcal per 100 gr. Perfetti quindi per essere consumati anche dai diabetici e dai chi segue un regime ipocalorico.
I fagiolini vantano proprietà diuretiche e rinfrescanti dell’apparato gastro-intestinale, oltre che rimineralizzanti.
Questi legumi, per l’abbondanza in fibre, sono un ottimo alleato in caso di stitichezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...