RAVIOLI DI PASTA SFOGLIA RIPIENI DI BACCALÀ ALLA BELLA DONNA

 

raviolo-di-pastasfoglia-ripieno-di-baccala-alla-belladonna-tavoloper2

Tavolo per 2 ripropone una rivisitazione di 2 ricette tipiche campane: il baccalà e la puttanesca.
Questa settimana, infatti, ci spostiamo a Somma Vesuviana, nel cuore del Parco del Vesuvio, dove a farne da padrone è la lavorazione di un pesce tipico dei mari del Nord: il baccalà.
Una tradizione, diffusasi verso la fine del 1500 e agevolata dalla vicinanza del fiume Sebeto, ricco di acqua utile alla lavorazione del merluzzo, che sembra nasca per soddisfare la crescente domanda della popolazione costretta dalla chiesa all’astinenza dalla carne nei giorni comandati, tra le festività di Pasqua e il mese di Maggio.
Ricordiamo inoltre che a novembre, proprio a Somma Vesuviana, si tiene la Festa dello stoccafisso e del baccalà norvegese.

Ecco a voi la ricetta del mercoledi: Ravioli di pasta sfoglia ripieni di baccalà alla Bella Donna

Ingredienti
Baccalà ammollato
Olive verdi
Olive di Gaeta
Capperi
Pomodorini
Pasta sfoglia
Tuorlo d’uovo
Basilico
Aglio
Olio extra vergine d’olive

Preparazione:
Bolliamo del baccalà già ammollato per una decina di minuti, dopodiché scoliamolo, togliamo la pelle, le spine e tagliamo a pezzi più o meno regolari della grandezza che più ci aggrada. Sciacquiamo delle olive verdi e delle olive nere di Gaeta, snoccioliamole e tagliamole grossolanamente. In una padella, facciamo soffriggere leggermente dell’aglio schiacciato in olio extravergine d’oliva, a fuoco medio. Uniamo le olive, i capperi e dopo una manciata di secondi, uniamo i pezzi di baccalà. Facciamo insaporire per alcuni minuti da un lato e dall’altro e uniamo i pomodorini.  In questo caso abbiamo utilizzato Pomodorini di Corbara in vetro al naturale, tipici dei Monti Lattari. Saliamo leggermente, aggiungiamo del basilico, lasciamo scoperto per alcuni minuti, dopodiché abbassiamo la fiamma, copriamo e lasciamo cuocere, girando e controllando di tanto in tanto. Quando il baccalà vi sembrerà tenero e ben cotto e il sugo, come si dice a Napoli, sarà bello tirato tirato, spegniamo e lasciamo riposare.
Intanto che preriscaldiamo il forno a 200°, stendiamo della pasta sfoglia e tagliamo dei quadrotti che andremo a farcire al centro con il baccalà. Spennelliamo leggermente i bordi con del tuorlo d’uovo, ricopriamo con altra pasta e aiutiamoci con una forchetta per chiudere il raviolo.Spennelliamo ancora con il tuorlo d’uovo per dargli colore e informiamo per 5 minuti, finché la pasta sfoglia non risulterà dorata. Possiamo prevedere un raviolo un po’ più grande da affettare a tavola, oppure più piccoli da servire come rusticini di pesce, in abbinamento magari ad un buon prosecco.

Annunci

2 thoughts on “RAVIOLI DI PASTA SFOGLIA RIPIENI DI BACCALÀ ALLA BELLA DONNA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...