Napoli, dolce Napoli

baba babba pasticceria mennella per tavolo per 2
Nasco e cresco in provincia di Napoli, in una realta’ riconosciuta e palesemente non semplice. Un bacino di difficolta’ ugualmente distribuite in bellezza e cultura, ma che spesso trova il suo primo ostacolo nella mentalita’ di chi vive questi posti. Un popolo condannato e reso nobile dalla sua stessa storia e che in troppe occasioni da per scontato cio’ che ha,  prediligendo tutto cio’ che nasce e cresce altrove. Vedi per esempio la moda del cake design, un fenomeno di cui  avremo presto modo di parlare.
Insomma, apparentemente una partita persa in partenza, uno spreco di risorse e possibilita’  arginato per fortuna da tutti coloro che non smettono di crederci, investendo la propria vita, con piccoli gesti o grandi imprese, nel recupero e nella salvaguardia del patrimonio economico e culturale di una terra ricca di contraddizioni, condannata quanto osannata.
Tanti gli esempi di cui essere fieri ma se e’ vero che le grandi opere partono dai piccoli passi, e’ proprio ad  un piccolo passo che voglio rendere omaggio con questo articolo.

Professore Fabrizio Mangoni per tavoloper2.com

Per chi ci segue sa che nei giorni scorsi Tavolo per 2 ha avuto l’onore di partecipare ad un evento organizzato da Wesuvio , una giovane associazione partenopea che con dedizione e competenza sta piano piano facendo largo a scenari d’impegno sul territorio, attraverso iniziative e fondamentali informative.
La pasticceria napoletana, questo titolo e tema dell’evento, ha visto con grande entusiamo la partipazione di molti che hanno condiviso con gli ospiti e promotori della serata, un interessante e simpaticissimo sipario sul grande tesoro enogastronomico lasciato in dote dalle grandi corti reali  e custodito nel tempo nelle case della gente comune. Una convention teatrale, mi piace definirla cosi, dove il preparatissimo e coinvolgente professor Fabrizio Mangoni ha letteralmente deliziato tutti con i suoi “dolci” racconti, contestualizzando baba’ e sfogliatelle nelle cucine di un tempo, proprio li dove nacquero.

Prof. Fabrizio Mangoni durante l'evento La Pasticceria Napoletana

Sapevate per esempio dove nasce e perche’ il baba’ (o babba’) si chiama cosi?
Un dolce tipico del sud che trova le sue origini nelle cucine nordiche e fredde ai confini tra Francia e Germania, sotto il regno del polacco Stanislao Leszczinski, suocero di Luigi XV di Francia.
E il suo nome trova ispirazione da Ali Babà, il protagonista de “Le Mille e una notte”, per le note molto speziate del dolce. Un incrocio di culture quindi che ha reso questo dolce famoso in tutto il mondo.

E tra un racconto e l’altro, particolarmente interessante e coinvolgente il test consegnato agli ospiti in platea, basato sulla teoria sviluppata dal professore in cui si compara il carattere delle persone ai dolci.


Sul palco insieme al Prof, Vincenzo Mennella maestro pasticciere delle omonime e rimomatissime pasticcerie campane che nel corso della serata ha preparato, svelando i vari passaggi della preparazione, una sublime sfogliatella napoletana.

Di Mennella inoltre, le straordinarie frolle al limone offerte agli ospiti alla fine dello spettacolo.

SPECIAL GUEST della serata,  il poliedrico Alessandro d’Auria che  conosceremo meglio attraverso la chiacchierata fatta ai podcast di  Tavolo per 2.

Intanto, un ringraziamento speciale va a Lina Sorrentino e Vittorio D’Alessio di Wesuvio.it e al bravissimo quanto umile e professionale Angelo Casteltrione fotografo dell’evento e a cui va tutta la mia stima, con la speranza di numerose altre occasioni di confronto .

Annunci

4 thoughts on “Napoli, dolce Napoli

  1. Pingback: La Pasticceria Napoletana e i protagonisti della tradizione: Tavolo per 2 intervista Vincenzo Mennella. | Tavolo per due

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...