La birra artigianale

La-birra-artigianale-(1)

E mentre in Cina e Giappone lanciano la birra di Hello Kitty, Peppa Pig invecchia il suo wisky e Violetta organizza il suo prossimo Rave a Follonica, io continuo con le mie ricerche…

ita  Si chiama birra artigianale ed è un prodotto artigianale che non subisce pastorizzazione e spesso nemmeno filtraggio.
La birra artigianale viene prodotta con ingredienti naturali a chilometro zero, per questo ogni boccale è unico nel gusto a differenza dei prodotti industriali. Spesso è prodotto utilizzando malto d’orzo o frumenti o altri cereali maltati ai quali si aggiunge acqua, lievito e ovviamente il luppolo; il suo sapore è quindi decisamente peculiare e spesso non può essere riprodotto. Se questo piace agli intenditori molti purtroppo non tutti gradiscono questa varietà.
L’handicap di questo tipo di lavorazione è che mancando il filtraggio, ma soprattutto la pastorizzazione, la birra artigianale non può essere conservata a lungo come invece accade con le bevande industriali (che contengono conservanti chimici). Il lievito contenuto nella bevanda infatti, resta attivo nelle birre artigianali, che cambiano sapore con il passare del tempo, anche per questo motivo i birrifici tradizionali non ne producono grosse quantità ma si parla più che altro di micro birrerie o brewpub. In Italia sono molto diffusi questi impianti tanto da coprire l’1% di fabbisogno nazionale con oltre 600 birrifici. In particolare grazie a marchi protetti l’Italia produce una birra alla castagna che non si trova in nessun’altra parte del mondo.
La qualità più alta di questi prodotti li rende molto ambiti sia in Europa (dove Tedeschi, Belgi e Britannici la fanno ancora da padroni) che in America, anche se nel Nuovo Continente è ancora poco diffusa l’importazione di prodotti europei in favore del mercato locale. In America,per esempio, luogo in cui la birra artigianale è stata inventata, sono oltre 1500 i produttori che già dagli anni ottanta si cimentano in quest’arte culinaria. E anche se Germania, Belgio e Regno Unito restano ancora delle potenze nel settore grazie alla storia e alla tradizione legate alla birra, gli italiani possono vantare un più vasto assortimento di prodotti tipici da cui ricavare sapori e gusti sempre più allettanti e particolari. Con l’utilizzo di prodotti tipici locali, infatti, si da alla birra un sapore più gustoso che comincia a piacere anche ai concorrenti.

eng  It’s called handmade beer and is a handmade product that does not undergo pasteurization and often no filtering at all. The beer is brewed with natural ingredients often at kilometer zero, so each mug is unique in taste unlike industrial products. It is often produced using malted barley or malted wheat or other cereals to which you add water, yeast and hops of course, its taste is so decidedly peculiar that can not be reproduced again. The handicap of this type of process is that the absence of filtering, but above all the absence of the pasteurization makes the beer not to be kept long as it happens with the drinks on the market. The yeast content in the beverage in fact remains active in craft beers (you can feel it by the tastes that change with the passage of time due to the bacteria work), for this reason, traditional breweries do not produce large quantities but we talk mostly about micro breweries or brewpubs. Even in Italy these are very popular so as to cover 1% of the national demand thanks to over 600 breweries. Thanks in particular to trademarks of Italian products Italy offers a wide range of choices. For example the chestnut beer that is not found anywhere else in the world. The highest quality of these products makes them highly sought after in Europe (where the Germans, Belgians and British are still the masters) and in America where it is still not widespread the importation of European products. In America, where the handmade product is born, there are more than 1500 producers since the eighties to compete in the art of cooking beer. Germany, Belgium and the UK are still the powers in the industry due to the history and tradition connected with the beer but Italians can boast a more extensive selection of products from which to derive typical flavors and tastes more and more attractive. With the use of local products, in fact, Italians can give the beer a more tasty flavor much appreciated in the world.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...