Tris di gateau vegetariano

Una-ricetta-vegetariana

ita  Da grande mangiatrice di carne, a volte forse anche troppo ai fini di un corretto stile di alimentazione, ho voluto fare un salto in un’area aliena: il vegetarianismo… quella sconosciuta (per me!) filosofia di vita che prevede di non alimentarsi con carni animali, ammettendo pero’ indiretti come ad esempio, uova, latte, funghi, miele. E che pur basandosi principalmente sul consumo di verdure, cereali e legumi come il veganesimo, include molteplici altri prodotti ,appunto definiti derivati.
Oggi ho letteralmente sequestrato un’amica “per saperne di piu’ ” e alla mia domanda, anche un po’ ironica lo ammetto… “si puo’ vivere con cio’ ?! ”
Ecco la risposta, di tutto rispetto e gusto direi 🙂
Una dieta vegetariana ben articolata non solo è possibile a tutti gli stadi della vita compresa la gravidanza e l’allattamento, ma dà vita anche a tante ricette alternative.
” Fammi un esempio!”

Tris di gateau vegetariano

Questo tradizionale tortino di patate che normalmente richiede l’utilizzo di diversi insaccati per la sua realizzazione può essere riprodotto anche secondo i dettami della dieta vegetariana grazie ad alcune sostituzioni.
Per realizzarlo è necessario avere a disposizione:
patate
uova
formaggi filanti
margarina
panna di soia
seitan
tofu
lievito a scaglie
germe di grano
pangrattato
vegetali vari

Essendo una ricetta utilizzata soprattutto per consumare gli avanzi del frigorifero le quantità non sono importanti e i prodotti utilizzati lo sono ancora meno. Dopo aver lessato le patate schiacciatele e mescolatele con la margarina e la panna finché non risulta amalgamato. Mischiate tutti gli avanzi tagliati a dadini piccoli con il composto di patate aggiustando di sale (la quantità di sale va calcolata in base agli ingredienti utilizzati per il ripieno). Versate in terrina e spennellate con panna, scaglie di lievito, germe di grano e pan grattato. Infornate per venti minuti a temperatura media e poi passate al grill per dieci minuti finché la superficie non sarà ricoperta da una sottile crosta croccante.
L’idea del tris nasce dall’utilizzo dei diversi avanzi per diversi composti, in più terrine dai sapori diversi.

Beh che dire, a miei amici vegetariani…
vi provero’ e di sicuro,  imparando a cucinare bene le ricette da voi suggerite, riusciro’ meglio ad apprezzare questo che e’ un vero e proprio stile di vita.
E grazie ad Anna per il piacevole confronto
🙂

Ps. Sono davvero curiosa di sapere cosa ne pensa il personal trainer…

eng   Vegetarianism is the philosophy of life of not going to eat meat of animals. Are in practice excluded all foods that come from the killing of animals such as fish, meat, shellfish, and similar, while are allowed indirect products such as eggs, milk, mushrooms, honey, etc… Although based mainly on the consumption of vegetables, grains and legumes such as the vegan style, vegetarianism includes many other products that are not allowed to Vegans. A vegetarian diet well-articulated can be followed at all stages of life including pregnancy and lactation but also led to many alternative recipes such as this gateau tris.
This traditional potatoes recipe that normally require the use of different sausages and meats can also be cooked according to the dictates of a vegetarian diet with some substitutions. To achieve this result you need to have: potatoes, eggs, cheese, margarine, soy cream and various seasoning like seitan, tofu, yeast flakes, wheat germ, bread crumbs and other vegetables. Being a recipe mainly used to consume the leftovers of the refrigerator, the quantities are not important. After boiling the potatoes mash and mix them with margarine and soy cream until it is well blended. Mix all the leftovers cut into small cubes with the potato mixture adjusting the salt (the amount of salt should be calculated according to the ingredients used for the filling). Pour into a oven bowl and brush the top with soy cream, flakes of yeast, wheat germ and breadcrumbs . Bake for 20 minutes at medium heat and then grill it for 10 minutes until the surface is covered with a thin crispy crust. You can use the leftovers dividing it in categories and putting the different mixture into several terrines to have more different flavors.

Annunci

6 thoughts on “Tris di gateau vegetariano

  1. Eheheh…cosa ne penso? certamente fin che si tratta di vegetariani e non vegani la quantità e qualità di macro e micronutrienti è accettabile. Certo un atleta deve ricorrere ad un integrazione ancora più mirata e specifica della sua disciplina. Ma questi soggetti sanno benissimo a quali alimenti ricorrere per sopperire alle carenze indotte da questi tipi di alimentazione. L’importante è che non sia fatto per moda e che si tenga sempre sott’occhio il proprio stato di salute, è facile, se non ben informati o seguiti danneggiare la propria salute seriamente!

    Tentazione; vorresti darti al vegetarianismo???

  2. Ritengo che il diventare vegetariani e/o vegani , sia solo una scelta dettata da una presa di coscienza . Credo che la nostra alimentazione possa fare a meno della carne che oltretutto ormai è solo avvelenata; negli allevamenti milioni di animali vengono imbottiti di robe chimiche per velocizzare la loro crescita e poi essere ammazzati. Crudeltà pura. Io sono diventata veg spinta dall’amore che ho per gli animali, ad esempio. Mi sembrava assurdo amarli e poi mangiarli… :/ A proposito della ricetta che hai pubblicato..potrei suggerirti una variante : dato che sono un’amante del muscolo di grano si potrebbe usarlo al posto del seitan che è un po’ più “gommoso” . Un caro saluto a te e alla tua amica Anna 😉 baci!

  3. Grazie Alin, un caro saluto anche a te. Grazie per aver condiviso la tua scelta e complimenti per la coerenza. Condivido in pieno la tua osservazione sull’inquinamento che purtroppo arriva sulle nostre tavole, dalla carne alle coltivazioni in genere. Un tasto dolente che dovrebbe portare tutti noi a delle riflessioni importanti, legate ad azioni mirate per la salvaguardia della nostra salute e per il senso civico da risvegliare, soprattutto per noi italiani, cercando nel nostro piccolo, di evitare che tutto ciò avvenga. Luoghi comuni? Beh, da qualche parte bisogna pur cominciare e dove se non da noi stessi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...