Olio extra vergine d’oliva: oro verde!

olio-d-oliva-tavoloper2
Dici dieta mediterranea e subito ti viene in mente lui…l’olio extravergine d’oliva.
Attaccato dalle ricerche poi riesaltato dalle stesse, copiato, manipolato, maltrattato, quante ne ha passate quest’ alimento! E attenzione, non semplice condimento, bensì un vero e proprio alimento con importanti caratteristiche nutrizionali.
Vogliamo poi parlare di tutte le varietà che  ci sono? C’è da impazzire…Del resto non dimentichiamoci ch’è trattato alla stregua del vino, ormai ci sono veri e propri corsi  di degustazione ad esso dedicati.

Il mio consiglio è quello innanzitutto di scegliere olio italiano al 100%  e su questo vi assicuro che le grandi marche rifilano bidoni. Ma come già detto,  vi basterà leggere le etichette! Assicuratevi dunque, che sia prodotto ed imbottigliato in Italia e con olive provenienti da raccolti italiani. Molti hanno ormai solo il marchio italiano e le olive sono un mix della comunità. Con questo non voglio dire che l’olio greco o spagnolo non siano buoni, assolutamente, ma un conto è consumarne uno puro, un conto è un mix d’olive!Chi mi assicura che la qualità poi sia sempre alta? E vi assicuro che a volte non costano nemmeno molto in più, troppo spesso purtroppo paghiamo più la marca che la qualità!

Ancora,  cercate di consumarlo il più possibile a crudo e misurandolo con un cucchiaio: è facile lasciarsi prendere la mano quando lo si fa colare dalla bottiglia. E poi cucinandolo, l’olio tende a modificare la sua composizione chimica e quindi perde i composti ed antiossidanti che ne assicurano i benefici effetti. Questo succede soprattutto alle alte temperature anche se tra i vari oli, quello d’oliva ha il punto di fumo più alto e per questo è consigliato per le fritture. Certo il sapore è un pò più forte quindi in quel caso, è meglio un olio d’oliva anzichè un extravergine. A livello nutrizionale, è tutta un’ altra cosa e vi assicuro che una max due volte al mese una bella frittura fatta rigorosamente in casa con olio d’oliva, bell’asciutta e croccante fa molto bene al vostro fegato! Lo so che sembra assurdo ma è così. Il nostro corpo ha bisogno dei grassi ma di quelli buoni e nella giusta quantità!
Esempio semplice…alcune vitamine sono liposolubili quindi senza il lipo (grassi) non possono essere assorbite.
L’olio quindi fa bene perchè ricco di acidi grasssi monoinsaturi e sostanze antiossidanti (fenoli e tocoferoli) ed ha  proprietà di combattere il colesterolo ma attenzione a non esagerare,ha pur sempre 900Kcal per 100gr.

Scegliete quello che più vi piace ma soprattutto provate ad usarne tipi diversi a seconda di ciò che cucinate…sarà una scoperta di gusto! 😉

Annunci

2 thoughts on “Olio extra vergine d’oliva: oro verde!

  1. condivido la tua opinione che l’exrta vergine d’oliva sia il migliore per cucinare (altissimo punto di fumo) e come condimento a crudo. Purtroppo la sola lettura dell’etichetta non è granzia di ciò che si acquista. Provengo dal settore alimentare artigianale e le diciture in etichetta sono sempre più stringate. Spesso un prodotto diventa ‘italiano’ solo perchè una fase della sua ‘lavorazione’ avviene in Italia….. fosse anche l’imbottigliamento. Non ho però esperienza diretta con la produzione di olio (anche se tempo fa un conoscente e venditore di olio e affini mi confidò che tutto l’olio italiano ormai arrriva da Spagna e Grecia), ma temo che come si dice .. ‘tutto mondo è paese’…. che opinione hai in merito?

    • Io non sono contraria ai prodotti importati per partito preso, ma sono, come te, assolutamente contraria e preoccupata per le striminzite etichette, che rappresentano una NON tutela pericolosa nei confronti del consumatore. Se manco quelle abbiamo, se nemmeno su quelle possiamo contante, chi garantirà’ per noi e per la nostra salute?
      Il problema tra l’altro non sono nemmeno le normative (http://goo.gl/XPLphr) ma i raggiri!
      Diciamo che in generale, alla luce delle tante scoperte purtroppo negative, cerco di prediligere la spesa a Km0 ma anche qui ci sarebbe tanto di cui discutere… che dire, hanno avvelenato le nostre terre, hanno contaminato i nostri cibi (anche per vie legali) con l’introduzione di tante sostanze chimiche ed industriali..ma non smetto di credere che il buon cibo esiste, i produttori e i distributori onesti ci sono e che la spesa, l’alimentazione in generale, ha bisogno di tempo e ricerca. Se poi vogliamo in fretta accontentarci della verdura in busta o dei cibi precotti, beh, anche quella e’ una scelta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...