Orto urbano

orto-urbano-di-tavolo-per-2

ita Nasce per iniziativa di Italia Nostra il progetto “Orti Urbani”, un tuffo nel verde in città in azione già a partire dal 2010, anno di fondazione del progetto. L’iniziativa, adottata in accordo con l’ANCI, l’Associazione dei comuni di Italia, prevede infatti l’istituzione di aree verdi coltivate secondo tradizione e canoni di eco sostenibilità all’interno delle nostre città e metropoli.
È difficile per chi vive tra lo smog pensare di coltivare un orticello sul proprio balcone o mangiare ortaggi fatti in casa ma è proprio questo l’obiettivo che il progetto si propone. Grazie a delle regole comuni uguali per tutte le regioni (con le dovute differenze geografiche e climatiche da applicare ovviamente per tutti) è infatti possibile aderire all’iniziativa sviluppando il proprio orticello in casa.
Lo scopo è di imparare a piantare o conservare un “orto”, inteso in senso di parco “culturale”, per il recupero delle specie in via di estinzione ma anche a coltivare prodotti di uso comune con metodologie scientifiche. Prodotti che potrebbero poi essere anche venduti dagli interessati a prezzi economici nella logica di accorciare la filiera dal produttore al consumatore grazie alla certezza di una coltivazione che risponda ai canoni comuni approvati dall’università di agraria di Perugia. Privati, comunità e persino comuni hanno aderito al progetto che prevede inoltre l’utilizzo di materiali riciclati e tecniche tradizionali allo scopo di preservare la nostra biodiversità. Basta un terrazzo, un cortile o anche solo uno spazio per qualche vaso per coltivare il proprio orto, ovviamente prediligendo le specie vegetali più adatta al microclima locale e facendo bene attenzione ad utilizzare sementi di qualità biologica. Grazie ai consigli del gruppo di Orti Urbani è facile capire come e cosa piantare, come curarci delle piccole piante e persino come scambiarsi qualche ricetta o barattare pianticelle con i vicini coltivatori.
Che dire…buon orto a tutti!
…e un saluto grande alla mia coscienza ecologica  :-)

eng Was founded by Italia Nostra association and the project is called “Orti urbani”, started in the 2010 looks to make greener our cities and create a sustainable environment. The initiative, which was adopted in accordance with the ANCI, the Association of Municipalities of Italy, tries to establish green areas cultivated according to traditional standards of environmental sustainability within our towns and cities. It is difficult for those who live in the smog think to grow a vegetable garden on the balcony or eat vegetables homemade but this is precisely the objective that the project is proposed . Thanks to the common rules applied to all the municipalities (with the appropriate geographical and climatic differences obviously to be applied too) it is possible to join the initiative by developing your own backyard at home. The aim is to learn how to plant and maintain a “farm”, understood in the sense of cultural richness, for the recovery of endangered species but also to cultivate everyday products with scientific methodologies. Products that may also then be sold by the parties at cheap prices in the logic of shortening the chain from producer to consumer thanks to the certainty of a crop that meets the canons approved by the University of Agriculture in Perugia. Individuals, communities and even municipalities have joined the project that also involves the use of recycled materials and traditional techniques. Just a terrace, a courtyard or even a space for a few pots to grow your own vegetable garden, obviously preferring plant species best suited to the local microclimate and taking care to use organic quality seed. Thanks to the advice of the group of the Urban Gardens is easy to understand how and what to plant, how to cure small plants and even how to share a recipe or trade seedlings with neighboring farmers.

About these ads

5 thoughts on “Orto urbano

  1. direi proprio che è un’iniziativa positiva su più fronti: dall’uso intelligente degli spazi, al rendere molto più breve la catena di passaggi dal produttore al consumatore. pensa che bello se in ogni comune ci fossero cittadini, magari anche già pensionati, che desiderano/possono occuparsi di questa attività; si sentirebbero utili e nello stesso tempo potrebbero stare in compagnia e fare movimento, ecc.. preziosa attività in ogni caso per tutti, sin da bambini. ciao a te, saluto grande alla tua coscienza ecologica e grazie della condivisione :)

  2. è una bellissima iniziativa..han fatto la stessa cosa qualche tempo fa gli americani, ma loro lo fanno anche per le strade, coltivando gli orti come fossero aiuole… e quindi anche i passanti imparano a “rispettare” le piante oltre che naturalmente impegnare un numero consistente di volontari e non. Guardate questo video..è anche divertente :D http://cucinanetwork.com/crescita-personale-grazie-al-network-marketing/ron-finley-guerriglia-di-un-giardiniere-in-south-central-la/ .. la sensibilizzazione è fondamentale per far sviluppare una coscienza verde soprattutto dalla tenera età.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...